Menorca

3 cose che non puoi perderti a Minorca con i bambini

Ai bambini piace Minorca. E’ un’isola che propone molte avventure. Possono realizzare divertenti attività acquatiche, scoprire piccoli boschi, passeggiare lungo il Camí de Cavalls, il sentiero da cui i soldati inglesi sorvegliavano il mare dove navigavano molti pirati, …Minorca è fatta a misura di bambino e ricca di luoghi che stimolano la sua fantasia.

 

Noi del Royal Son Bou Family Club ti raccomandiamo di non perdere queste 3 cose di Minorca.

1.- Es Grau, una spiaggia n un parco naturale

In un’isola con più di 100 spiagge e calette visitarne alcune è inevitabile. Ce ne sono per tutti i gusti: attrezzate o vergini, di sabbia bianca o circondate da vegetazione e con una sabbia rossiccia dove risalta l’azzurro del mare. 

null

​Noi ti raccomandiamo una spiaggia dalle acque tranquille e dove i bambini possono fare molte attività: Es Grau. Sabbia fine, acque poco profonde e nelle vicinanze un villaggio di pescatori, dallo stesso nome, che offre diversi servizi di ristorazione e negozi.

La spiaggia è dotata di un servizio di sorveglianza e puoi noleggiare pedalò e canoe per visitare on i bambini le piccole cale nelle vicinanze. O arrivare fino all’isola di Colom, un vicino isolotto.

null

All’entrata della spiaggia, vicino al parcheggio, vedrai una lingua di acqua che proviene dalla Laguna e va verso il mare, la gola. Sei nel centro del Parco Naturale de la Albufera des Grau, un luogo stupendo dove fare divertenti passeggiate e vedere diversi tipi di uccelli che riposano nelle sue acque, come le garze, o le tartarughe che passeggiano lungo i sentieri.

Es Grau è molto vicina a Minorca, verso nord, a circa 6 Km. E’ una delle spiagge più conosciute di Minorca.

2.- Navigare nel porto di Mahón, il più grande porto naturale del Mediterraneo

E’ lungo più di 6 Km e dicono che chiunque arrivi a Minorca in barca non dimentica più l’entrata nel porto di Mahon. Un luogo ricco di storie che entusiasmano i bambini: battagle navali degli inglesi, l’arrivo dei pirati alla conquista di Minorca, le isole nel centro del porto, il Lazzareto fino ad arrivare a Cala San Esteban dove il castello di San Felipe e il Forte Marlborough erano delle vere torri di osservazione e luoghi di riposo per i marinai ed i soldati.

null

Un’escursione in barca ti permette di vedere le due sponde del porto: velieri e barche di pescatori, scogliere e la citta di Mahon in alto. Passare vicino all’ Isola del Rey, o Bloody Island, nella quale si sta ricostruendo un vecchio ospedale e che può essere visitato ogni domenica. Il Lazzareto, l’isola della quarantena, è l’isola dove si fermavano le barche ed i marinai prima di entrare in città.

Se vai con i catamarani gialli che partono dall’antica stazione marittima, ti porteranno fino alla Cala de San Esteban, fuori dal porto, dove i bambini potranno visitare le due stanze sommerse dalle cui finestre si possono ammirare molti pesci ed il fondale marino della zona.

null

Sono le nuove imbarcazioni per le escursioni dell’agenzia Yellow Catamarans, società affiliata alla card Royal Family Rewards, una card esclusiva del nostro hotel che ti offre sconti e vantaggi durante le tue vacanze a Minorca.

3.- Il bosco di S'Arangí

Quasi al centro dell’isola, vicino a Es Mercadal, c’è una tenuta pubblica con tre itinerari che attraversano dei piccoli boschi dove i tuoi figli si trasformeranno in veri esploratori in mezzo alla natura: S'Arangí.

null

I bambini potranno correre lungo i sentieri, potranno scalare i dolci pendii e potranno visitare le grotte segnalate da cartelli di legno con il colore dell’itinerario scelto.

L’ itinerario azzurro, di 446 metri, è abbastanza pianeggiate finisce in un’area attrezzata con tavoli e panche di legno sotto gli alberi. Ideale per una buona merenda all’aria aperta. Un’escursione di 20 minuti.

L’ itinerario verde, di 488 metri, è di media difficoltà, con alcune salite tra le rocce per arrivare ad una parete da scalare che piacerà moltissimo ai tuoi figli.

L’ itinerario rosso, di 2116 metri, è adatto ai ragazzi più grandicelli e avventurosi. Ti porta fino alla cima del monte Puig Mal, vicino ad una grande roccia, chiamata “La peña del indio”, perché, vista dalla strada, assomiglia alla testa di un indiano con il tipico copricapo di piume. 

null

E’ una bella esperienza in un ambiente naturale e in alcuni tratti selvaggio, che permette ai ragazzi di vivere un’avventura speciale all’aria pura.

E’ stato difficile suggerire solo tre attività da fare a Minorca. Perchè l’isola, pur piccola, offre molte opportunità diverse per far divertire i bambini e trascorrere delle vacanze indimenticabili. Quali suggeriresti Tu?

Continuare a leggere
Cercando articoli…

Share

Ricevi offerte e novità

Inviando accetti per il tutela della privacy