Menorca

5 idee per scoprire Minorca insieme ai bambini

In vacanza con la famiglia e disposti a esplorare l’isola? I bambini sono sempre pronti a vivere nuove avventure e lasciarsi trasportare dalla fantasia. Minorca conserva dei luoghi dove la loro immaginazione, che non ha limiti, potrà creare giochi ed esperienze divertenti. Sapevi che la famiglia può essere di grande aiuto nello sviluppo della loro creatività?

 

Qui dal Royal Son Bou Family Club ti diamo cinque suggerimenti per intrattenere i bambini e fargli scoprire l’isola giocando:

1.- Andiamo allo zoo?

Diverse specie di scimmie, cigni e oche, cavalli e uccelli rapaci, tartarughe e serpenti, struzzi e canguri, cervi, ... e tutto in un ampio spazio circondato da alberi, con un’area di ristoro all’ombra. E’ quello di Lloc di Minorca, ideale per trascorrere una grande giornata con la famiglia.

null

I bambini si divertiranno un mondo nel recinto dedicato alle caprette perché possono entrare e accarezzarle senza alcun pericolo. Si tratta di piccole caprette che si avvicinano e giocano facendo mille capriole sulle zampe. E puoi anche dargli da mangiare!

Tutti gli animali presenti nel recinto del Lloc di Minorca, sono stati accolti grazie a progetti europei per la riabilitazione degli animali. Qui troveranno un posto e una famiglia che si prenderà cura di loro. Vorresti conoscere le lore storie?

E’ emozionante toccare un serpente lungo più di quattro metri, vedere come mangiano i lemuri nel bosco e osservare il volo delle aquile. I bambini vivranno una esperienza divertente e, inoltre, potranno finire la giornata trascorrendo il tempo rimasto giocando nel parco infantile dello zoo.

Il Lloc di Menorca è una delle società associate al nostro programma Royal Family Rewards.

2.- Una passeggiata in barca lungo il porto naturale più grande del Mediterraneo

A chi non piacerebbe navigare su di un catamarano giallo nel porto di Mahon? Certamente tutti i bambini si iscriveranno a questa escursione. E quando scopriranno che il catamarano ha due sale sommerse con finestre laterali dalle quali si può vedere il fondale marino, saranno entusiasti!

null

Misura 6 km di lunghezza. E’ il porto naturale più grande del Mediterraneo ed il secondo più grande d’Europa. L’isola del Re, Il Lazzareto, la fortezza della Mola, ... sono secoli di avventure vissute tra le sue acque, perché è stato uno dei porti più ambiti da tutte le diverse civilizzazioni che hanno visitato Minorca.

Yellow Catamarans, una delle società associate al nostro programma Royal Family Reward, propone una divertente navigazione fino a Cala San Esteban, alla bocca del porto, e le sue guide ti racconteranno le innumerevoli affascinati storie vissute in questo luogo.

Ah! E quando scenderai dal catamarano non dimenticare di fare una passeggiata per conoscere la Sirenetta Mô, è una visita quasi obbligata. Porta con te la macchina fotografica per conservare un bel ricordo.

3.- Tutti sul monte Toro

E’ il monte più alto di Minorca, 358 metri, ed è situato quasi nel centro dell’isola. A dire il vero non è una grande montagna, perché l’isola è praticamente piatta, ma da là in alto si può vedere tutta Minorca circondata dal mare ed è davvero molto bello!

null

I campi verdi, spazi delimitati dalle pareti di pietra, i precipizi, le forme del littorale ..., è un altro modo di scoprire l’isola.

La leggenda del Monte Toro racconta che alcuni monaci videro una luce sulla cima della montagna e decisero di salire lungo il sentiero, ma a metà percorso, un toro furioso gli impedì il passaggio. Al mostrare i crocifissi, il toro si acquietò e li guidò fino ad una grotta. Da lí proveniva la luce e trovarono una scultura di legno di una vergine con il bimbo in braccio. Per questo motivo il santuario che ora è stato costruito è dedicato alla Vergine del Toro.

Nelle vicinanze c’è una scultura di pietra bianca. E’ una donna che guarda il cielo e ricorda ai minorchini che tempo fa la popolazione dovette lasciare l’isola per andare a cecare fortuna in altri luoghi dell’Africa e dell’America.

4.- Una “cattedrale” preistórica

Per i primi abitanti dell’isola era considerato un luogo sacro ma ora la chiamano “La Catedrale” perchè è la grotta più grande che c’è a Minorca: la Grotta dels Coloms o Grotta delle colombe.

E’ una divertente escursione da realizzare con tutta la famiglia quando i bambini non sono più così piccoli. Attraversiamo la spiaggia di Binigaus, situata a Es Migjorn Gran, e iniziamo a camminare lungo il sentiero vicino ad con una scogliera dalle cime bianche. Sono 2,2 km fino ad arrivare all’impressionante grotta.

null

La volta raggiunge un’altezza di 24 metri, 100 di lunghezza e 15 di larghezza. Durante gli scavi realizzati da alcuni archeologi sono state rinvenute due corna di bronzo, delle ossa e del vasellame di ceramica dell’epoca Talayotica, di quasi 3000 anni fa.

L’avventura della visita alla grotta ha con sé una sorpresa perché nelle vicinanze troverete la Grotta di Na Polida. Non si può visitare fino al fondo perchè laggiù vive una grande famiglia di pipistrelli e, per proteggere questo animale, è stata chiusa ai visitanti.

Una delle cose più belle di questa passeggiata e ritornare alla spiaggia di Binigaus e fare ancora un tuffo in mare. L’acqua è così trasparente che si vede il fondale e i pesci che nuotano per il divertimento dei bambini che li rincorrono.

5.- Passeggiando lungo la storia di Ciutadella

La nostra mascotte Kiko ci raccomandò di visitare Ciutadella in bicicletta. Che magnifica idea! E’ una cittadina molto piana e pedalare lungo la passseggiata a mare vedendo le barche del piccolo ma bellissimo porticciolo, il faro, entrare nel castello di San Nicolas, una torre di difesa di oltre 200 anni, e finire su Playa Gran, è una escursione fantastica

Andiamo verso il centro della città? Il grande Obelisco di Piazza del Borne, alto 22 metri, è stato realizzato in memoria alla resistenza fatta dagli abitanti di Ciutadella all’attacco Turco del 1558. E poi, passeggiare rilassatamente tra le stradine e i portici per fare dello shopping o sedersi in una terrazza di un bar, all’ombra, per riposare.

null

Visitiamo il mercato? E’ bellissimo con i suoi colori verde e bianco e con i migliori prodotti di Minorca: pesce fresco, carne e insaccati tipici dell’isola come la soppressata o il “butifarrón”. Che buon panino ci possiamo mangiare per riprendere le forze e continuare la passeggiata!

 

Ci sono molti luoghi da scoprire a Minorca che lasceranno alla tua famiglia uno spendido ricordo delle vacaze. Le attività all’aria aperta, il contatto con la natura e il visitare luoghi ricchi di storia, stimolano la curiosità dei bambini e li aiutano nel loro sviluppo. Quale angolo di Minorca, tra quelli che avete visitato, vi ha attratto maggiormente?

Continuare a leggere
Cercando articoli…

Share

Ricevi offerte e novità

Ho letto e accetto le politica sulla Privacy