Kiko, la tua guida turistica

Cosa ha visto Kiko nell’Albufera di Es Grau a Minorca?

Sai cos’è una “ albufera”? E? una laguna situata nelle vicinanze della costa e che, in qualche punto, ha contatto con il mare. Per questo le sue acque sono miste: dolci e salate. Oggi andrò a visitare il Parco Naturale dell’Albufera di Es Grau.

Escarafaggi e serpenti

La prima cosa che facciamo e fermarci al Centro de Interpretación del parque. Ci riceve Lorena. Ci mostra un manifesto dove si vedono gli animali e le piante che vedremo nella Albufera. Ci sono riproduzioni di scarafaggi, pesci, serpenti…. che divertente!

nullCi spiega anche che nel parco si possono fare tre percorsi diversi:

  • Vi consiglio l’itinerario della Gola. Il percorso è abbastanza in piano, ci sono molti alberi ed è molto piacevole camminare all’ombra con questo caldo. Inoltre questo percorso finisce sulla spiaggia e potete fare un tuffo per rinfrescarvi, dice Lorena.

  • Perfetto, rispondo, io ho portato con me il costume da bagno ed il telo mare. Sono pronto!

L’acqua del mare entra nella laguna

Andiamo fino a Es Grau, nel nord di Minorca. Lì lasciamo la macchina e prendiamo il sentiero che porta all’entrata del Parco Naturale. Ecco la albufera. E’ molto grande, misura circa 2 kilometri di lnghezza.

E lì c’è il ponte sopra la laguna. Sotto il ponte c’è una dei cancelli che lascia passare l’acqua del mare. In questo modo viene regolato l’ossigeno e la salinità della laguna e si permette il passaggio dei pesci. Ne vediamo molti, alcuni molto grandi. Sono i cefali e nuotano tra le due acque. 

nullGuardando dall’alto irando desde lo más alto

Proseguiamo per il sentiero indicato dalle passarelle di legno. Queste sono state costruite sopra la vegetazione che in questo modo resta ben protetta. Siamo arrivati ad un belvedere dal quale si scorge il paesaggio. Ci sono cartelli nei quali è indicato che è proibito nuotare e pescare. Nella realtà durante l’inverno si possono pescare le anguille ma occorre un permesso speciale.  

null​Ora percorriamo un sentiero di pietre che ci porta fino ad un altro belvedere. Sulla sommità ci sono delle piastrelle colorate sulle quali sono dipinti le specie di uccelli che si possono vedere nella zona. Da qui si vede il Monte Toro. Vi ricordate della escursione che abbiamo fatto fino alla sua cima?

Farfalle e tartarughe

La Albufera di es Grau ha circa 70 ettari e tutto il Parco Naturale occupa oltre 5000 ettari di terreno. E’ una zona particolarmente protetta perché è la casa di molti animali e piante. Si possono incontrare uccelli che arrivano dal nord Europa per trascorrere l’inverno. A loro piace il clima di Minorca.

Altri vivono qui tutto l’anno come anatre ed anguille. E quando si avvicina l’autunno ci sono gli aironi che con le loro lunghe zampe attraversano camminando tutta la laguna. E naturalmente in questo parco ci sono molte tartarughe così come tante farfalle. Ce ne sono di tutti i colori.

Tra gli alberi cantano i gufi

La passeggiata e magnifica e l’ombra degli alberi ci permette di godere della brezza che ci rinfresca un po’. Restiamo fermi ad ascoltare un suono. E’ l’ululare di un gufo. Non riusciamo a vederlo però è lì, tra i rami dei grandi pini. 

nullInizia a sentirsi il profumo del mare e il terreno, che fino a poco fa era di terra, ora si è trasformato in sabbia. Credo che ci stiamo avvicinando alla spiaggia.

Sempre mi stupice il colore del mare

Eccolo. Proseguiamo un pezzo lungo il Camí de Cavalls. Volgiamo vedere dall’alto la baia di Es Grau e le dune che la circondano. Il colore del mare è spettacolare. Ha molte tonalità dell’azzurro e anche se lo vedessi tutti i giorni non mi stuferei mai.

Adesso si! Ci mettiamo il costume da bagno e ci buttiamo in acqua. Si sta benissimo! Alla nostra amica Magda le si è avvicinato un cormorano. Lei batte le mani sull’acqua perché voli via ma penso che all’animale sia piaciuto quel gesto perché continua a nuotare al suo fianco fino ad arrivare quasi sulla riva.

Sai che cosa è una Riserva della Biosfera?

Nel 993 Minorca fu dichiarata Riserva della Biosfera perchè ha saputo proteggere il proprio territorio e le persone che vivono l’isola collaborano al mantenimento dell’ambiente naturale.

null

Il Parco Naturale de la Albufera de Es Grau raccoglie tutti questi paesaggi: il mare, la campagna, gli strapiombi, le aree coltivate e quelle da pascolo… Visitare questi posti ci aiuta a conoscere meglio Minorca.

Perciò ritornerò. Voglio conoscere altri itinerari che percorrono le diverse zone del parco. Vorrei andare al Faro di Favàritx, vedere “la taula“ ed i resti archeologici, e … ritornare a nuotare in quella spiaggia. Vediamo se un cormorano mi segue fino al Club Kikoland e lo posso mostrare ai miei amici. Hai mai visto un cormorano? E hai mai visitato la Albufera de Es Grau?


DATI DI BASE:

  • Il Centro di Interpretación del Parque Natural de la Albufera de Es Grau è situato al Km 3,5 della strada da Mahon a Es Grau.
  • Da Son Bou a Es Grau ci sono 26 km., passando per Alaior y Mahón. Non c’è trasporto pubblico diretto.
  • L’ entrada è gratuita per qulunque itinerario dell’Albufera de Es Grau.
  • I tre percorsi previsti sono di bassa difficoltà:
    • Sa Gola: 1,7 km. Si necessitano 45 minuti con un percorso in piano.
    • Mirador de Cala Llimpa: 1,7 km. caminando circa 40 minutos in piano.
    • Santa Madrona. 2,8 km. Nella campagna pianeggiante. Durata: circa 60 minuti.
  • Ricorda di portare cn te calzature adeguate, cappello e acqua. Anche il costume da bagno perchè la spiaggia è parte del Parco Naturale. .
  • Non sono ammessi cani all’ Albufera per evitare che disturbino gli animali che vivono lì.
  • Rispetta sempre la natura.
Continuare a leggere
Cercando articoli…

Share

Ricevi offerte e novità

Ho letto e accetto le politica sulla Privacy