Kiko, la tua guida turistica

Kiko difende Minorca con i cannoni di Fort Marlborough

Soldati che sorvegliano l’entrata del porto di Mahon, che vivono in case scavate nella roccia, che sparano con i cannoni per tenere lontani gli invasori……che storia affascinante! Oggi vado a conoscerla. Hooky ed io andiamo a Fort Marlborough. Ci accompagni anche Tu?

Siamo arrivati a Es Castell, nella parte est di Minorca e da qui partiamo alla volta di Cala San Esteban. Nei pressi dell’entrata c’è un parcheggio. Attraversiamo la strada e iniziamo a scendere lungo il Camí de Cavalls (Sentiero dei Cavalli).

Un castello lungo il sentiero

Mentre scendiamo tra grotte, pareti di pietra e alberi, Hooky mi racconta che il Fort Marlborough si chiama così in onore a Sir John Churchill, Duca de Marlborough, un generale dell’esercito britannico molto conosciuto, che visse qui circa 300 anni fa.

nullIniziamo a vedere il mare e di fronte a noi, i resti del Castello di San Felipe. Di questa costruzione restano solamente le gallerie sotterranee nelle quali si difendevano i soldati in quanto il Re spagnolo Carlos III ordinò la sua demolizione quando vinse la guerra contro i britannici che in quell’epoca dominavano sull’isola.

Un po’ di luce!

Ci siamo. L’entrata è molto curiosa. Sembra di entrare in una grotta. Questo perché il Forte è sotterraneo ed è stato scavato nella roccia. E’ come se fosse una grande galleria con alcune entrate ai lati. Ci sono magazzini, uffici, camere,....

nullE’ completaente buio. Solo i cartelli esplicativi e alcune lampade fanno un po’ di luce.

  • Avremmo dovuto portare delle lanterne, dice Hooky.

  • Guarda, qui c’è una luce!E’ una camera con letti e ci sono due ufficiali britannici seduti davanti ad un grande tavolo in legno. Uno scrive e l’altro beve un bicchiere di vino.

  • E’ una riproduzione di ciò che facevano qui circa 300 anni fa! Che bello!, dice Hooky. Quando ero giovane ho conosciuto molti soldati con i quali ho trascorso ore molto belle raccontando le storie dei vari paesi che abbiamo visto.

nullRumore d’acqua al fondo del cunicolo

Siamo entrati in una galleria illuminata dai raggi di sole che entrano attraverso alcune strette finestre che si affacciano sul fossato che circonda il Forte.

D’improvviso rimaniamo fermi ed in silenzio tutti e due:

  • Ascolta! dice Hooky. E’ come se qualcuno stesse scavando.

  • Sí. Si sente molto rumore e sento anche il rumore dell’acqua. Cosa sarà?

  • E’ un pozzo! Da qui si vedono i soldati lavorare e estrarre acqua per tutti quelli che vivevano qui.

Alcune corde ci impediscono di entrare nel cunicolo ma al fondo si vedono le ombre di quelli che aprono il pozzo. Hooky racconta che qui vivevano un Capitano e 50 soldati della fanteria e 15 artiglieri che si occupavano dei cannoni e in genere delle armi che usavano per difendersi.

Un grande fossato che circonda il Forte

nullSiamo usciti sul fossato. Il sole ci abbaglia. Qui tutto è verde. Hooky sale correndo le scale verso la parte più alta. Va a vedere i cannoni! Corro dietro di lui.

  • I cannoni non puntano verso l’entrata del porto. Questi servivano per difendersi dal nemico che arrivava dalla terra ferma, dice Hooky.

  • Sono molto grandi, funzionano ancora?

Oggi restano solamente due cannoni, ma facendo un giro intorno al fossato vediamo diversi angoli dove di sicuro ne furono strategicamente posizionati altri. Da qui, in alto, si vede la Fortezza della Mola. E’ situata dall’altra parte dell’entrata del porto.

nullChe cos’è quella torre che si vede da lontano? Chiedo a Hooky

  • E’ la Torre del Ahorcado (Torre del Penjat). Fu costruita circa 200 anni fa dal Generale Stuart, un governatore britannico. Là venivano impiccati i condannati rinchiusi nel Castillo di San Felipe. Gli Inglesi la costruirono in quel punto per difendere il porto di Mahon.

Mi piace molto visitare questi luoghi con Hooky perchè lui li conosce bene e ha sempre qualche storia interessante da raccontare.

nullIl Duca Francese della maionese

Siamo entrati in una piccola sala dove sono appesi alcuni ritratti di personaggi rappresentativi di quell’epoca. C’è il Duca di Marlborough, Richard Kane, che fu governatore di Minorca, il Duca di Richelieu, che fu colui che strappo l’isola agli Inglesi…...

Hooky mi ricorda che la leggenda racconta che fu Richelieu colui che fece conoscere la salsa maionese in Europa. Quando viveva nell’isola, alcuni minorchini, che non disponevano di molti alimenti per poter preparare un buon pranzo, miscelarono olio, uova e sale. La salsa risultò così buona che Richelieu volle portare la ricetta nel suo paese e per questo motivo si pensò che era una salsa di origine francese. Invece no, la maionese è nata a Mahon.

Siamo usciti dal Forte entusiasti per tutto ciò che abbiamo potuto vedere. C’è anche un piccolo parco infantile e ci fermeremo un po’ per giocare sullo scivolo. Fra poco sarà ora di cena e dobbiamo rientrare perché ci aspettano al Club Kikoland. Conoscevi la storia del Fort Marlborough? Che ti è sembrata? A noi è piaciuta tanto che desideriamo poterci ritornare con Cuqui. Verrai anche Tu?


DATI DI BASE:

  • Da Son Bou a Es Castell ci sono circa 23 km. Da lì a Cala San Esteban, dove è situato il Fort Marlborough, ci vogliono 2 km.

  • Fino a Cala San Esteban non c’è trasporto pubblico.

  • Si può visitare Fort Marlborough tutti i giorni. Da martedì a sabato dalle 9.30 h. alle 19 h . Domenica e lunedì dalle 9.30 h. alle 15 h.

  • L’entrata è gratuita per i bambini di età inferiore agli 8 anni. Gli adulti pagano 3 euro. E’ possibile noleggiare un servizio di audioguida.

  • L’entrata il lunedì è gratuita.

 

Continuare a leggere
Cercando articoli…

Share

Ricevi offerte e novità

Ho letto e accetto le politica sulla Privacy