Kiko, la tua guida turistica

Passeggiando per Mahon con Kiko

​E’ arrivato il Natale e ho voglia di vedere le strade adornate da luci colorate e un ambiente festivo. Oggi vado a Mahon. Ho un appuntamento con alcuni amici di Minorca che mi mostreranno le antiche mura della città, i mercati e i parchi.

Mi stanno aspettando in Piazza Esplanada. Appena arrivato vedo che stanno giocando a pallone con alcuni bambini. Fanno fatica a smettere di giocare ma la passeggiata verso il centro è così bella che ci mettiamo subito in marcia.

nullArriviamo alla città medioevale

  • In questo momento siamo all’esterno del centro storico. Le mura arrivavano fino a Calle Bastión e ancora oggi ci sono alcuni resti storici nei cortili delle case e dei ristoranti. “Andiamo verso il Ponte San Roque”, dice Pedro.

  • Il ponte e le torri sono le sole cose che restano delle antiche mura che furono costruite circa 700 anni fa. “Qui c’era una delle porte di uscita della città dalla quale i pellegrini si dirigevano verso Ciutadella”, mi racconta Maria.

Già immagino i carri di legno trainati dai cavalli che escono da Mahon, carichi di provviste o persone, diretti ad altre parti di Minorca! Anche se ora sono in ristrutturazione, si vedono chiaramente le due torri quadrate, e nel mezzo, il ponte.

nullAppesi alla scogliera

Proseguiamo lungo il camminamento delle antiche mura verso la scogliera che scende al porto. Conosciamo bene il porto di Mahon. Lo abbiamo già visto passeggiando e lo abbiamo anche navigato e per questo oggi non scenderemo. Però ci affacciamo sulla Cuesta del General, una stretto passaggio che arriva al porto, per vedere il paesaggio. Da qua in alto si vede tutto il porto. La vista è molto bella e Pedro mi dice che mi piacerà ancora di più visto dal Mirador de Las Monjas.

  • In Mahon ci sono 6 belvedere. Quando guardi in basso pare di essere appesi alla scogliera. E’ impressionante! Questo è situato nei pressi del municipio della città .

  • Sapevi che l’orologio della facciata lo acquistò il Governatore di Minorca Richard Kane? Erano i tempi in cui l’isola era Britannica, circa 200 anni fa. Fu costruito a Londra e dicono che è il primo orologio non solare installato a Minorca!

nullLa piazza del municipio è molto animata. Ci sono casette in legno con prodotti Natalizi e la gente passeggia ascoltando le musiche dell’Avvento. Nella piazza c’è la chiesa di Santa María.

  • Ha uno degli organi più grandi che ho visto, dice Maria. Fu costruito da organisti svizzeri a Barcellona circa 200 anni fa ma impiegarono più di due anni per portarlo a Minorca. A quell’epoca i Francesi erano in guerra e le loro navi spadroneggiavano nel Mediterraneo. L’almirante inglese Collingwood ci aiutò e ottenne un salvacondotto per portare l’organo a Mahon.

Un convento traformato in mercato

Pedro mi ha invitato a venire, un giorno, ad ascoltare un concerto dell’organo di Santa María. Io vorrei entrare per vederlo ma Maria preferisce andare al mercato.

  • Guarda, questo è il mercato del pesce, dice mentre passiamo di fronte ad un edificio con un cancello in ferro. Tutti i sabati a mezzogiorno c’è della musica. Torneremo, oggi voglio che tu veda il mercado del Claustro del Carmen. Ti piacerà!

  • L’edificio fu costruito 200 anni fa. E’ giusto a lato della chiesa del Carmen ed era un convento, ma oggi è un mercato dove potrai trovare i prodotti tipici di Minorca, come il formaggio, la frutta, le verdure, commenta Pedro.

Compero torrone per i miei amici

Comprerò alcuni pasticcini perchè ho un po’ di fame, penso mentre entriamo nel Claustro. Nella parte superiore c’è il Conservatorio di Musica e nella zona che visitiamo ci sono molti negozi che danno colore all’ambiente. La gente passeggia contenta sotto i portici che arricchiscono l’edificio. Al centro c’è uno spazio ampio dove, in estate, vengono proposti concerti e spettacoli di ogni genere.

nullAbbiamo comperato formaggio, soppressata e alcuni pasticcini. Ai miei amici del Club Kikoland porto del torrone artigianale con cui festeggeremo il Natale.

  • Andiamo a mangiare le paste nel Parco del Freginal, dice Maria mentre usciamo dal Claustro.

Un’altra volta il pirata Barbarossa?

Questo parco è un posto fantastico! E’ nel centro della città di Mahon, pieno di alberi e piante. Ci siamo seduti su di una panchina per fare merenda mentre osserviamo i bambini che stanno giocando sugli scivoli.

  • Sai che una volta questo faceva parte di un dirupo? C’erano diversi orti a terrazza e questi canali che vedi ai lati servivano per portare l’acqua per irrigare, mi racconta Pedro.

  • E sapevi che il pirata Barbarrossa si accampò qui quando conquistò Minorca?, dice Maria. Mi raccontano che quando i pirati riuscirono ad entrare in città, circa 500 anni fa, montarono qui il loro accampamento. Per questo c’è una zona che si chiama la Sínia di Barbarossa. Una sínia è un attrezzo che si utilizzava per estrarre l’acqua dai pozzi.

nullQuante cose sanno Pedro e Maria! Ormai dobbiamo rientrare ma non abbiamo avuto il tempo per vedere alcuni luoghi di Mahon come il Museo di Minorca, il Teatro Principal o lo Skate Parc. Molto vicino a noi c’è la Fortezza della Mola, il faro di Faváritx,... credo che, per il prossimo anno, dovrò organizzare una nuova escursione . Ci sono tante cose ancora da vedere! Mi aiuteresti a fare una lista di escursioni? Che luoghi di Minorca ti piacerebbe visitare?

Felici Feste e buon anno 2017 a tutti.


DATI DI BASE

  • Da Son Bou a Mahón ci sono circa 20 km. lungo la statale.

  • E’ previsto un trasporto pubblico. La stazione dei bus è molto vicino alla centrica Plaza Esplanada.

  • Da giugno a settembre il comune organizza visite guidate della città. Da lunedì a sabato alle ore 11, nella stazione dei bus iniziano le visite gratuite che vengono effettuate in spagnolo, catalano e inglese.

  • I mercati sono chiusi le domeniche e i giorni festivi.

Continuare a leggere
Cercando articoli…

Share

Ricevi offerte e novità

Ho letto e accetto le politica sulla Privacy