Kiko, la tua guida turistica

Una escursione in kayak a Minorca con Kiko

​Cuqui ed io ci stiamo preparando per fare un giro in kayak. Andremo con alcuni amici e ci sarà anche un istruttore. Faremo una bellissima escursione da Son Bou fino a Santo Tomas e ritorno.

Tempo fa, vidi nella spiaggia di Es Grau molte persone che andavano sul Kayak. Al rientro da quella gita, dissi a Cuqui che mi sarebbe piaciuto andare a fare in giro con lui sul quel tipo di imbarcazione e oggi è il giorno giusto.

Abbiamo messo dentro lo zaino il cappello, la crema solare per proteggerci e la maschera da sub, per fare un po’ di snorkeling e guardare i pesci. Cuqui ha portato delle mele, delle arance e dell’acqua.

I nostri Kayak sono color arancione e sono sulla spiaggia, in riva al mare, molto vicino a casa nostra, il Club Kikoland. Sai che possiamo raggiungere la spiaggia senza dover attraversare la strada? Dall’hotel Royal Son Bou Family Club c’è un camminamento privato per arrivarci velocemente e in tutta sicurezza.

Kiko en Son Bou para hacer KayakSenza vento si naviga più velocemente

Indossiamo i giubbotti salvagente e iniziamo a remare. La giornata è molto bella ma l’importante è che non soffi molto vento. Così ci stancheremo di meno. Cuqui è un po’ preoccupato. Teme di non avere la forza di remare durante tutta l’escursione, ma il sorriso sul suo viso mi dice che è molto felice di partecipare a questa avventura.

Avanziamo un po’ e godiamo del paesaggio. Ci dirigiamo verso Escull de sa Galera. E’ una piccolo isolotto che dista circa 300 metri dalla spiaggia di Son Bou. E’ molto bello ed è curioso arrivare in un posto che vediamo sempre da lontano

Navigando alla volta di Atalis, alla fine della spiaggia, Pedro uno dei nostri amici, avvista del materiale in plastica che galleggia sul mare. Lo raccoglie e lo mette nel kayak per gettarlo quando ritorneremo a terra.

Non bisogna gettare alcunchè in mare

I pesci potrebbero rimanere impigliati e morire. L’altro giorno abbiamo visto le immagini di una tartaruga che è stata soccorsa perché una borsa di plastica le si era aggrovigliata tra le zampe posteriori e non poteva più nuotare. Fortunatamente alla fine si è salvata, ma faceva molta pena vederla soffrire.

Appena superato Atalis, il mare entra nella terra ferma formado un breve fiordo. In questa piccola scogliera le rocce sono di vario colore: dal bianco al rossastro. Un contrasto bellissimo con l’azzurro del mare.

Pedro scatta alcune fotografie. Cuqui ed io ci avviciniamo ad una roccia perforata dai cui buchi fuoriesce l’acqua del mare ed il sole e sorridiamo perché ci venga fatta una foto divertente.

Son Bou desde Atalis

Proseguiamo costeggiando e remando…. Le mie braccia iniziano a dare segni di stanchezza, ma quando arriveremo a Santo Tomas podtrò riposare prima di ripartire. Oh guarda! una medusa. La sposto con il remo. Non mi piacciono le meduse! Alcune sono urticanti e bisogna fare molta attenzione.

Il banchetto del cormorano

Vediamo un branco di pesci e un cormorano in cerca di cibo. E’ sulla costa e vola lentamente fino a posarsi sull’acqua. Ha preso un pesce! E’ incredibile, non lo avevo mai visto pescare. E’ stato velocissimo.

Cormorán en Menorca

Siamo già molto avanti. Una piccola imbarcazione ci passa a fianco. Che rumore fastidioso! Fino ad ora l’unico rumore che ci ha accompagnato è quello dei remi contro l’acqua. In mare c’è un silenzio incredibile ed è molto piacevole e rilassante.

Vediamo delle barche a vela che navigano lontano dalla costa. I loro scafi inclinati sul mare, le vele spiegate … che bello! Un giorno o l’altro salirò su di un veliero per trascorrere una giornata in mare!

I polipi cambiano colore

C’è un gruppo di ragazzi su di una roccia. Ridono e ci salutano. Pedro dice che stanno pescando polipi. Sapevi che i polipi possono cambiare il proprio colore? Si nascondono nei fondali sabbiosi e, se non si muovono, non si riesce a distinguerli perché si sono completamente mimetizzati. E’ incredibile ciò che possono fare alcuni animali!

Siamo arrivati a Santo Tomas. Dovreste vedere il colore del mare di questa spiaggia. E’ così azzurro e trasparente che nuotando puoi facilmente vedere i pesci senza difficoltà. Abbiamo fatto un bagno magnifico e abbiamo mangiato la nostra frutta per riprendere le forze.

Ora dobbiamo rientrare. Ci mettiamo la crema solare, i giubbotti salvagente e i cappelli e rientriamo a Son Bou. In totale faremo circa 6 kilometri e mezzo. Arriveremo a casa stanchi ma contenti perchè ci siamo divertiti molto.

Hai mai fatto una escursione in Kayak? Vorresti provare? Minorca è il posto ideale per questo sport. Puoi programmare i percorsi a tuo piacimento perché ci sono molte cosa da vedere. La prossima volta entreremo in una grotta! Vieni anche Tu?

Continuare a leggere
Cercando articoli…

Share

Ricevi offerte e novità

Ho letto e accetto le politica sulla Privacy